Posto

Rovine

I tesori archeologici del Marocco

Il Marocco ha una storia antica e degna di tutto rispetto. Ci sono ancora molte vestigia del suo glorioso passato, risalenti all’epoca pre-romana, romana e fenicia ma anche all’età antica e preistorica. Ci sono perfino tracce di dinosauri e pitture rupestri sparse su tutto il territorio, una testimonianza della ricca eredità del Paese che ti garantirà un viaggio “illuminante”.

Volubilis, vicino Meknes, è il sito archeologico che si è conservato meglio e ad oggi il più visitato. Esso svela la grandezza dell’impero romano e per questo è una tappa obbligata. Alcuni quartieri sono rimasti quasi intatti con le piazza pubbliche, i templi e le basiliche che danno un’idea di come vivesse la gente a quei tempi. La supremazia romana è in bella mostra anche a DcharJdid vicino Assila.

Per un rapido scorcio sulla civiltà cartaginese, vai a Lixus le cui fondamenta mostrano come in un lontano passato qui si fosse sviluppata una ricca città marittima dedita al commercio. Mentre cammini tra le sue rovine, ti ritroverai forse a riflettere sulla gloria e l’ambizione delle antiche civiltà.

Ci sono tantissimi altri siti degni di attenzione, come ad esempio Banasa con i suoi splendidi mosaici o l’antica Sala (Chella), con i resti di un arco di trionfo che conserva ancora il suo stile maestoso. Le Grotte di Ercole vicino Tangeri sono uno spettacolo straordinario da vedere assolutamente insieme alla necropoli di Chella a Rabat dal valore archeologico inestimabile.

Se ti piace passeggiare tra le antiche rovine, allora il Marocco fa proprio al caso tuo.