Posto

Safi,
tra patrimonio architettonico e attività

Alte fortificazioni, torri imponenti e vecchi cannoni ancora puntati verso l’oceano: ecco cosa definisce la silhouette militare del Kechla di Safi. È uno spettacolo impressionante: bagnata dall’oceano Atlantico, su cui è affacciata, la fortezza sembra costruita sull’acqua. È la reliquia più significativa dell’occupazione portoghese, anche se, in un’altra zona della città, è possibile ammirare i resti della prima cattedrale gotica dell’Africa, anch’essa testimonianza del periodo coloniale.

Nonostante abbia alcune caratteristiche europee, Safi è una tipica città marocchina. Una volta dentro la medina, lasciati guidare dai suoi aromi e suoni, ti ritroverai in un’atmosfera completamente diversa, più vivace e irrequieta. I mercanti dispongono le proprie bancarelle e sono pronti a contrattare i prezzi dei loro mille e uno prodotti: tappeti, pelli, lampade e, naturalmente, ceramiche. Safi è una delle capitali della ceramica e vanta un quartiere dedicato alla produzione di ninnoli in terracotta e argilla, nonché un museo che celebra questa delicata forma d’artigianato.

Se è vero che i surfisti troveranno il proprio paradiso a Safi, chiunque apprezzi l’autenticità rimarrà egualmente estasiato.