Posto

Una sorprendente serie di siti riconosciuti dall’ UNESCO come patrimonio dell’umanità

L’autenticità del Marocco si esprime anche attraverso i nove siti del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO e i sei siti designati dall’UNESCO come Patrimonio Culturale Immateriale. Questo patrimonio immateriale sparso un po’ in tutto il Paese si manifesta ai visitatori in modi diversi, spesso sotto forme “festose”.

Il moussem di Tan-Tan è straordinario: ogni anno le tribù berbere del Sahara si riuniscono durante questo festival tradizionale per cantare, recitare versi e celebrare il loro stile di vita. È uno spettacolo da non perdersi! A Sefrou, il festival delle ciliegie rende omaggio alla bellezza della natura e della cultura di questa città. C’è anche una sfilata e viene eletta la Regina delle Ciliegie. La musica, il ballo e la fantasia qui la fanno da padrona insieme ai prodotti locali.

L’UNESCO ha anche dato un riconoscimento all’artigianato marocchino inserendolo nel Patrimonio Culturale Immateriale e lo stesso vale per la produzione di argan: quest’olio, usato in cucina, nella cosmesi e in alcune terapie mediche, viene estratto con metodi tradizionali trasmessi di generazione in generazione.

Anche la falconeria viene annoverata come patrimonio vivo dell’umanità. Oggi è associata ai valori di spirito di squadra e condivisione.

Ospitalità e interscambio culturale fanno anch’essi parte della “dieta mediterranea”. Delizia il tuo palato con i prodotti genuini del Marocco in un ambiente conviviale da provare personalmente.

La piazza di Jemaa El Fna, teatro giornaliero di espressione artistica, è uno spazio culturale e un punto d’incontro per la gente del luogo e i visitatori provenienti da lontano. Vieni a vedere incantatori, cantastorie e musicanti pronti a darti il loro caloroso benvenuto.

E infine ma non meno importante l’architettura marocchina: i siti UNESCO come il ksar di Aït-Ben-Haddou vicino Ouarzazate, un luogo senza tempo; le medine di Fez, Marrakesh, Tetouan e Essaouira anch’esse patrimonio dell’UNESCO, insieme alla città storica di Meknes e alla città portoghese di Mazagan; il sito archeologico di Volubilis, iscritto al patrimonio dell’UNESCO, è una collezione di vestigia romane, mentre l’intera città di Rabat è stata riconosciuta dall’UNESCO per il mix di influenze antiche e moderne che rendono la capitale l’attrazione principale, un vero e proprio microcosmo dell’intera nazione.

Scoprirai che in Marocco, la cultura si esprime in tutte le sue forme e, sempre…in modo festoso!