Medina in Tetouan

I tesori di Tetouan

I tesori di Tetouan

Tetouan: il Mediterraneo all'orizzonte

Pareti di calce, lo sguardo di una colomba: Tetouan vi accoglie nei suoi vicoli che mescolano un sottile miscuglio di culture.

La città assomiglia all'Andalusia: dietro le mura della medina, è in una delle più belle e attive del Marocco, oggi classificata come Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO, che si passeggia lungo i vicoli fiancheggiati da case verdi e bianche che ricordano Siviglia o Granada. Davanti alle porte, nelle piazze, gli artigiani lavorano il loro lavoro: lì, è un pittore su legno; più avanti, a Guersa El Kébira, ci sono le ricamatrici, le "Jebliates", che vendono i loro mendili, pezzi di tessuto colorato in rosso, blu o bianco. E poi c'è il Mellah, il quartiere ebraico della medina in cui si susseguono le gioiellerie e la cui arteria principale conduce al Palazzo Reale, espressione dell'arte ispano-moresca.

Lasciando il centro storico, si scopre un'architettura completamente diversa. Per qualche tempo sotto il protettorato ispanico, Tetouan ha moltiplicato i monumenti di stile europeo: l'antico casinò spagnolo, la chiesa Nostra Signora della Vittoria o la Biblioteca Generale sono altrettante costruzioni che conferiscono alla città il suo carattere così particolare.

Infine, i festival testimoniano questa effervescenza: il festival del cinema mediterraneo, il festival del fumetto e il festival dedicato alle voci femminili.

Scoprire Tetouan è scoprire una città ricca di storia, una città di incontri che, pur essendo aperta alle influenze esterne, conserva tutta la sua autenticità. 

Prova altre esperienze a Tetouan e dintorni