Storia dinastica del Marocco

Marocco, un crogiolo di dinastie e culture :

È vero che ogni Paese ha la sua storia: fatti, eventi e pietre miliari che vengono raccontati fino ad oggi per dare al Paese in questione il suo vero valore storico. Se la storia è definita come eventi considerati degni di memoria, la storia del Marocco ne è un perfetto esempio. Con diverse dinastie che si sono succedute nel corso degli anni: la dinastia Idrisside, la dinastia Almoravide, la dinastia Almohad, la dinastia Merinida, la dinastia Saadiana e la dinastia Alauita, il Marocco si vede oggi come un paese multiculturale riconosciuto a livello internazionale, il cui patrimonio vanta alcuni dei tipi di patrimonio riconosciuti dall'UNESCO. Vale anche la pena di notare che il Marocco è la meta preferita dagli stranieri, assetati di scoperta e curiosità, poi affascinati dalla natura, dalla storia, dall'arte di vivere e dall'ospitalità dei marocchini e piacevolmente soddisfatti dell'esperienza.

Moulay Driss Zerhoun
Dinastia Idrisside (789-974) (1465-1472)
Qubba almoravide
Dinastia Almoravide (1060-1147)
Kasbah di Oudayas
Dinastia Almohad (1145-1248)
Medersa di Salé
Dinastia dei Marinidi (1244-1465)
Tombe Saadiane
Dinastia Saadiana (1554-1659)
Moschea di Hassan II
Dinastia alauita (1666-présent)
Qubba almoravide
Dinastia Almoravide (1060-1147)
Kasbah di Oudayas
Dinastia Almohad (1145-1248)
Medersa di Salé
Dinastia dei Marinidi (1244-1465)
Tombe Saadiane
Dinastia Saadiana (1554-1659)
Moschea di Hassan II
Dinastia alauita (1666-présent)

Dinastia Idrisside

Contrariamente alle province e alle regioni dell'Est, l'islamizzazione del Marocco non è stata facile perché ci sono voluti mezzo secolo di conquiste (dal 647 al 710 a.C.) Dopo la conversione della popolazione locale, sono apparsi i primi segni di un desiderio di staccarsi dalla tutela dei califfi orientali. Questi tentativi si concluderanno nel 788 a.C. con la comparsa della prima dinastia islamica in Marocco, quella degli Idrissidi. L'uomo dietro questa impresa politica era lo sceriffo Idriss Ibn Abdellah, discendente del profeta. Scampato al massacro perpetrato dagli Abbasidi alla fine della battaglia di Fakh presso la Mecca (786 a.C.), si stabilì a Walili (volubilis). Sostenuto dagli Awrabas e da altre tribù Amazigh, iniziò a creare un regno. A sua volta, sottomette Tamesna (regione di Salé) Fazaz (regione di Azrou-Aïn Leuh) e conquista Tlemcen. L'imam Idriss morì nel 791 a.C. ucciso da un emissario del califfo abbaside. Suo figlio Idriss II, nato due mesi dopo, fu riconosciuto solennemente all'età di 12 anni. Molto presto, mostrò affinità politica. Così, fondò la città di Fez ed estese il suo potere su tutto il Marocco. Per la prima volta le tribù Amazigh, precedentemente indipendenti, furono unite sotto un'unica autorità musulmana.
Medersa di Salé
Medersa di Salé
Moschea di Hassan II
Moschea di Hassan II
 
La Kasbah delle Oudayas
La Kasbah delle Oudayas
Moulay Driss Zerhoun
Moulay Driss Zerhoun
Tombe Saadiane
Tombe Saadiane